Benvenuti al Centro Politerapico Ribor

Orari : Lun - Ven: 9.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00
  Telefono : +39 02 98993771

Fecondazione assistita: prova l’agopuntura!

Fecondazione assistita e agopuntura: probabilità di gravidanza quasi raddoppiate

Quello fra agopuntura e fecondazione assistita si rivela un incontro fortunato! L’antica pratica cinese è infatti un sostegno efficace per chi intende sottoporsi a questa tecnica di procreazione.

Cercare di avere un bambino si aggiunge, dunque, alla lunga lista di indicazioni terapeutiche della stimolazione con gli aghi.

Aghi e procreazione assistita
Era già noto in passato che la stimolazione con aghi di determinati punti energetici del corpo femminile poteva favorire l’ovulazione, anche laddove la paziente fosse affetta da disturbi. Inoltre, questa tecnica sembrava facilitare l’annidamento embrionale e attenuare i sintomi dell’endometriosi − una delle principali cause di infertilità femminile. Negli uomini poco fertili, invece, è risaputa la capacità degli aghi di migliorare il flusso spermatico, sia qualitativamente che quantitativamente.

Recenti studi dimostrano che la tecnica cinese può influenzare significativamente il successo delle procedure di procreazione assistita! Ad esito della sperimentazione condotta su 160 donne, infatti, sono rimaste incinte ben 34 delle 80 pazienti sottoposte a stimolazione con aghi. Mentre delle restanti 80 volontarie del gruppo di controllo (quelle, cioè non trattate con terapia agopunturistica), solo 21 hanno ottenuto una gravidanza. Tradotto in percentuali, dunque, le fecondazioni assistite “aiutate” dall’agopuntura hanno avuto successo nel 42,5% dei casi, contro il 26,3% delle fecondazioni non accompagnate da alcuna stimolazione con aghi.

Come funziona la stimolazione con aghi cinesi?
Per trarre il massimo giovamento dalla stimolazione con gli aghi orientali − e favorire così l’arrivo della cicogna − è indispensabile sottoporsi a due applicazioni: una prima del Transfer e l’altra dopo (anche il giorno stesso). Secondo le ricerche, infatti, nella prima seduta l’aumento dell’irrorazione sanguigna all’interno dell’utero agevola il successivo attecchimento dell’embrione; mentre nella seconda, il rilassamento della muscolatura uterina riduce le contrazioni, e quindi il rischio di aborto.

Prenota un incontro con i nostri medici agopuntori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *