Benvenuti al Centro Politerapico Ribor

Orari : Lun - Ven: 9.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00
  Telefono : +39 02 98993771

Pelle secca e freddo: come correre ai ripari!

Il freddo ormai è arrivato e con esso anche le conseguenze.
Se per contrastarlo basta il caminetto di casa e un fuoco acceso, magari una cioccolata calda fumante e il calore dei propri cari, per la cute tutto ciò non è sufficiente.

La pelle è infatti l’organo del nostro corpo che ne risente maggiormente, così come d’estate va protetta dai raggi del sole e dalle temperature alte, gli sbalzi climatici anche nella stagione invernale hanno ripercussioni negative su di essa. Freddo e smog, inoltre, possono accentuarne la disidratazione, rendendola più sensibile e irritabile.

La xerosi o “pelle secca” può avere molte cause: carenza di acqua e/o sostanze idrofile o insufficiente presenza di lipidi. La strategia di intervento sarà quindi diversa a seconda dei casi e prevederà prodotti fortemente idratanti nel primo caso, restitutivi nel secondo, o dotati di entrambe le funzioni nel terzo.

La pelle è più a rischio di andare incontro a xerosi in età e situazioni particolari. Nei bambini piccoli, ad esempio, i tessuti non sono completamente sviluppati e la barriera epidermica e il film idrolipidico non riescono a svolgere la propria funzione in modo ottimale. Nei pazienti diabetici, la pelle è mal vascolarizzata e non riesce a ricevere un’adeguata quantità di acqua. Nelle donne in menopausa, infine, la carenza di estrogeni può essere la causa principale di xerosi.

L’obiettivo dell’applicazione di un prodotto idratante è quello di migliorare la capacità di trattenere l’acqua senza farne evaporare troppa. All’interno delle scelte possibili, esistono diverse strategie di intervento a seconda della situazione del paziente.

La via fisica, ovvero l’applicazione sulla superficie cutanea di una preparazione cosmetica alla vasellina, in grado di generare un film semiocclusivo per ostacolare l’evaporazione dell’acqua.
La via dell’acqua, con l’obiettivo di idratare e umettare lo strato corneo, applicando sulla cute sostanze idratanti contenute nei prodotti cosmetici come: l’urea, l’acido lattico, il glicerolo e l’acido ialuronico.
La via dei lipidi, un approccio più specialistico, indicato in caso di patologie cutanee come ad esempio la dermatite atopica.
La via innovativa, che basa il suo intervento sulla funzione di due importanti proteine che svolgono un ruolo chiave nella fase finale di differenziazione dell’epidermide per un’azione ristrutturante e in grado di migliorare lo stato di idratazione della cute.

Se volete sapere quale via fa più al caso vostro, passate dal nostro centro per un consulto e troveremo la soluzione più adatta alle vostre esigenze!

One Comment
  1. Rispondi
    LucianaBiasini

    Buon Pomeriggio, la pelle secca si manifesta solo con il freddo o anche con il troppo caldo? Per chi soffre di disidrosi in questa stagione ad esempio, l’utilizzo di creme e detergenti adatti alla pelle secca come Dexeryl ad esempio, può tornare utile? Grazie per la vostra disponibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *