Benvenuti al Centro Politerapico Ribor

Orari : Lun - Ven: 9.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00
  Telefono : +390298993771

Intervento di protesi d’anca e riabilitazione

Che cos’è l’intervento di protesi d’anca

L’intervento di protesi d’anca è un’operazione che si rende necessaria laddove la mobilità articolare risulti compromessa. L’origine di tale compromissione è da rintracciarsi, nella maggior parte dei casi, nel progressivo danneggiamento dell’articolazione che unisce il femore all’acetabolo. Oltre alla fisiologica degenerazione dei tessuti conseguente all’invecchiamento, altre cause del danneggiamento articolare possono essere:

  • le osteoartrosi – presenti soprattutto in pazienti di età avanzata – che provocano un consumo della cartilagine articolare;
  • la frattura ossea, anche in questo caso con un’incidenza superiore nella popolazione anziana;
  • l’artrite reumatoide – una malattia autoimmune che causa un irrigidimento delle articolazioni accompagnato da gonfiore e dolore;

malattie e patologie ossee come la malattia di Paget o i tumori ossei.

 

L’intervento di protesi d’anca è invasivo: per questo, richiede una grande volontà di collaborazione da parte del paziente, il quale dovrà impegnarsi attivamente nel processo di riabilitazione successivo, svolgendo gli esercizi prescritti ed evitando movimenti scorretti.

Accorgimenti per chi ha subito l’intervento di protesi d’anca

L’intervento di protesi d’anca viene praticato soprattutto tra la popolazione più anziana, ma fratture accidentali possono verificarsi anche in pazienti giovani. La gravità del problema e l’età del paziente sono due fattori determinanti per la scelta della protesi da utilizzare, che può essere sostanzialmente di due tipi:

  • protesi totale o artroprotesi – che viene applicata direttamente sull’osso iliaco andando a sostituire sia la testa del femore che la fossa acetabolare;
  • protesi parziale o endoprotesi – che prevede la sostituzione della sola testa del femore con uno stelo.

 

Il periodo di riabilitazione post intervento di protesi d’anca è di circa 2-3 mesi, durante i quali al paziente viene chiesto di evitare determinati movimenti ed azioni. Ad esempio, si raccomanda di: non mettersi alla guida, evitare le sedie basse, non accavallare le gambe quando si sta in posizione seduta, dormire sul lato non operato e possibilmente con un cuscino tra le gambe, non flettere la gamba etc..

I tempi di recupero dall’intervento

Come già accennato, i tempi di recupero successivi all’intervento di protesi d’anca possono estendersi fino a 3 mesi. In sostanza, la durata del recupero dipende dall’età del paziente (più questa è avanzata, più il recupero sarà lento e diluito nel tempo) e dalla sua accortezza nel seguire i consigli del personale medico. Alle raccomandazioni riguardanti le abitudini posturali e lo stile di vita, deve inoltre affiancarsi un percorso fisioterapico mirato che consenta di tornare a camminare e muoversi liberamente nel più breve tempo possibile.

La fisioterapia per la riabilitazione

Il percorso fisioterapico per la riabilitazione in seguito all’intervento di protesi d’anca  si svolge sostanzialmente in due fasi distinte:

  • la rieducazione al passo;
  • gli esercizi di riabilitazione.

 

La fase di rieducazione al passo è indispensabile per riprendere a camminare. In questa fase, vengono generalmente forniti degli ausili per facilitare il movimento – come ad esempio un deambulatore o delle stampelle. Grazie a tali ausili, il paziente può gradualmente ristabilire un equilibrio, evitando di sovraccaricare il peso del movimento sugli arti inferiori e le articolazioni e rinforzando passo dopo passo la muscolatura. La fase successiva alla rieducazione al passo prevede, invece, l’esecuzione di esercizi specifici. Presso il Centro Politerapico Ribor, è possibile affidarsi ad un’équipe di specialisti nella riabilitazione in grado di stilare un programma di esercizi su misura delle esigenze del paziente. Dopo aver definito il quadro clinico, quindi, lo specialista proporrà al paziente un programma riabilitativo da svolgere sia presso il centro sia a casa propria.

Centro Ribor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat